Logo

I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Tante informazioni, curiosità e notizie per una vita serena con il tuo amico a quattrozampe

cani e musica

Ai cani piace la musica: cosa ascoltare per farli rilassare

La musica ha un potere straordinario sul nostro stato d’animo, sul nostro umore e anche sul nostro benessere psicofisico. Infatti, a seconda del brano musicale e del tipo di musica che stiamo ascoltando, possiamo sentirci pieni di energia e provare gioia e serenità, ma anche tristezza, nostalgia, malinconia o, addirittura, rabbia e irritazione.

Sicuramente, è molto interessante sapere che non siamo gli unici ad apprezzare il potere della musica, ma anche ai cani piace la musica e sono sensibili all’ascolto di determinati generi musicali, da cui possono trarre molti benefici sia a livello fisico sia psicologico.

Ma quali sono le preferenze dei cani in fatto di musica? E come possiamo usare la musica per aiutarli a rilassarsi e a ritrovare benessere, calma e tranquillità?

cane che ascolta la musica

Ai cani piace la musica: lo dice anche la scienza

Diversi studi scientifici hanno ampiamente dimostrato che ai cani piace la musica e che questa ha effetto sul loro comportamento e sul loro livello di stress, ad esempio quando si trovano ad affrontare situazioni nuove o viaggi piuttosto lunghi.

Nel 2002, la Dottoressa Deborah Wells, una psicologa dell’Università di Belfast, ha condotto uno studio sul comportamento di 50 cani ospitati in un rifugio. Agli animali sono stati proposti diversi tipi di musica, classica, heavy metal e pop. I risultati della ricerca hanno dimostrato che: la musica classica ha un effetto positivo e calmante sui cani, l’heavy metal li rende agitati e nervosi e il pop ha un effetto neutro e poco significativo.

Un altro studio, condotto nel 2017 da Neil Evans e Peter Hunter dell’Università di Glasgow e dalla Scottish Society for the Prevention of Cruelty to Animals (SPCA), ha esaminato l’effetto di altri cinque generi musicali sui cani: soft rock, reggae, pop, classica e motivazionale.

I ricercatori hanno misurato il battito cardiaco, il livello di cortisolo, l’ormone prodotto quando si è sotto stress, e il linguaggio del corpo di 38 cani ospitati in due rifugi scozzesi. La scoperta sorprendente è stata che tutti i generi musicali che sono stati proposti ai cani, hanno avuto un effetto positivo, ma che il soft rock e il reggae sono stati quelli che hanno maggiormente favorito il rilassamento.

cane che ascolta la musica in casa

Come scegliere la musica giusta per il proprio cane

Come si è visto, ai cani piace la musica e questa può avere un effetto benefico sul loro stato d’animo e sulla loro salute. Ma qual è la musica giusta per far rilassare il proprio cane?

Innanzitutto, bisogna tenere conto che ogni cane ha caratteristiche individuali che lo contraddistinguono e, di conseguenza, ogni animale può avere preferenze musicali specifiche, che dipendono dalla sua personalità, dal suo umore, dalle sue esperienze e dall’ambiente in cui vive.

Per scoprire quali sono i gusti del proprio cane, si possono osservare le sue reazioni quando si ascoltano diversi generi musicali: se si mostra tranquillo, rilassato, felice o se invece si agita, abbaia, si nasconde o cerca di scappare.

In generale, si possono seguire alcune linee guida per scegliere la musica più adatta per far rilassare il proprio cane:

  • Evitare i toni alti e i suoni acuti e ripetitivi: le orecchie dei cani sono molto più sensibili delle nostre e possono udire frequenze che noi non riusciamo a percepire. Questo significa che certi suoni che per noi sono piacevoli, potrebbero invece risultare molto fastidiosi o addirittura dolorosi per l’udito dei cani. Per questo motivo è sempre meglio evitare generi musicali come l’heavy metal, il rap o la techno, che contengono molti bassi pesanti e rumori stridenti.
  • Preferire la musica dolce, rilassante o classica: come hanno dimostrato gli studi scientifici citati in precedenza, la musica classica ha un effetto particolarmente calmante sui cani. Soprattutto se si scelgono le composizioni di Mozart o Beethoven, che hanno una struttura armonica semplice e regolare. Anche il soft rock e il reggae sono generi musicali che piacciono ai cani e li aiutano a rilassarsi, grazie al ritmo lento o moderato, con una melodia dolce e con pochi cambiamenti improvvisi.
  • Adattare la musica alla situazione: oltre alla scelta del genere musicale, si può provare a variare il volume e la durata della musica a seconda della situazione in cui ci si trova con il proprio cane. Ad esempio, se l’obiettivo è aiutarlo a dormire e riposarsi, si può utilizzare una musica dolce e a basso volume, che favorisca il rilassamento e l’addormentamento. Se invece si vuole alleviare l’ansia da separazione o lo stress causato da un cambiamento negli stili di vita, è preferibile lasciare la musica a volume moderato per un periodo prolungato e per tutta la durata dell’assenza dei proprietari da casa. Infine, se si vuole stimolare il cane a muoversi e a giocare, l’ideale è mettere una musica allegra e vivace per qualche minuto, che lo inciti a fare attività ludiche e divertenti.

La musica è un dono per tutti, anche per i nostri amici a quattro zampe

In conclusione, si può affermare con certezza che ai cani piace la musica tanto quanto a noi esseri umani e che questa può diventare un ottimo strumento per aiutare il nostro cane a sentirsi meglio e a raggiungere un migliore benessere psicofisico.

La musica può infatti ridurre lo stress, l’ansia, la noia e aiutarli a sopportare meglio la solitudine, ma anche facilitare il loro sonno, l’apprendimento e la costruzione di una relazione con noi, che sia più equilibrata e armonica. La musica è davvero un dono per tutti, anche per i nostri amici a quattro zampe: infatti, basta scegliere quella giusta per farli felici! Tienine conto quando scegli la musica da ascoltare o deciderai di ADOTTARE UN CANE!

Loredana Verga
Author: Loredana Verga

Le informazioni presenti su www.quattrozampeinfamiglia.it sono fornite allo scopo di integrare, non sostituire, le indicazioni del veterinario e del professionista di riferimento.

Condividi

Altri articoli

piante tossiche per i gatti

Piante tossiche per i gatti: quali evitare a tutti i costi

Se si ha la passione del giardinaggio può essere utile consultare un veterinario per sapere quali piante, erbe o fiori possono essere nocivi per il gatto. Esistono infatti alcune piante tossiche per i gatti che andrebbero evitate o poste in luoghi a loro inaccessibili perché potrebbero causare loro dei seri problemi di salute. Ecco un breve elenco delle piante più tossiche per i gatti e i sintomi che potrebbero provocare.

paura dei cani nei bambini

Paura dei cani nei bambini: come riconoscerla e affrontarla

La paura dei cani nei bambini è piuttosto diffusa e, in alcuni casi, può diventare un vero problema anche nelle situazioni più normali e quotidiane della vita, dalle passeggiate al parco alle visite a casa di amici e parenti che hanno un cane. E’ fondamentale che gli adulti imparino a riconoscere e a gestire correttamente questa paura per aiutare i loro bambini a superarla e renderli più sereni e liberi di muoversi anche in presenza di cani di piccole, medie o grandi dimensioni.

libri per bambini gatti

Gatti in libreria: i libri sui felini più amati dai bambini

Per un’occasione speciale o per il loro compleanno potresti cogliere l’occasione per regalare uno dei tanti libri per bambini sui gatti, sia per prepararli all’arrivo del nuovo membro della famiglia sia per accrescere la loro curiosità su questi splendidi animali, sempre molto affascinanti, divertenti e seducenti. Sei pronto per esplorare il fantastico mondo dei libri per bambini sui gatti? Ecco una selezione delle migliori storie da leggere e rileggere con i più piccoli.

Diventare volontario in canile

Diventare volontario in canile: tutto quello che c’è da sapere

Ami i cani e vorresti fare qualcosa di utile per loro? Potresti diventare volontario in un canile! Un’esperienza emotivamente coinvolgente che ti permetterà di toccare con mano situazioni difficili e di conoscere il lato più dolce dei cani, arricchendo così le tue giornate. Se vuoi saperne di più, in questo articolo puoi trovare tutto ciò che ti serve per diventare volontario in canile e iniziare una nuova avventura con tanti amici a quattro zampe.

La tua Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione come specificato nella Cookie Policy. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4), Facebook Remarketing con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.