Logo

I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Tante informazioni, curiosità e notizie per una vita serena con il tuo amico a quattrozampe

escursioni con il cane nelle aree protette

Escursioni con il cane: le regole da rispettare nelle aree naturali protette

Se ami la natura, sicuramente non vedrai l’ora di fare delle bellissime escursioni con il tuo cane nelle più belle aree naturali protette italiane. Un’esperienza molto divertente ed emozionante, che ti aiuterà a rafforzare il legame, la fiducia e la relazione con il tuo amico a quattrozampe e ti regalerà momenti di assoluto benessere e felicità.

Nella maggior parte delle aree protette e dei parchi nazionali e regionali è possibile passeggiare e fare trekking con il proprio cane, ma è sempre bene informarsi in anticipo sui regolamenti e, una volta sul posto, comportarsi in modo educato e rispettoso nei confronti dell’ambiente, degli altri animali, delle persone e di tutto ciò che ci circonda.

escursioni con il cane nelle aree naturali

I cani possono entrare nei parchi e nelle aree naturali protette?

Generalmente, nei parchi e nelle aree naturali protette si possono fare escursioni con il cane sui sentieri solamente tenendolo al guinzaglio e, in alcuni casi, solo su percorsi dedicati e limitatamente a certi periodi dell’anno.

Inoltre, esistono delle aree naturali protette, in cui l’accesso ai cani è sempre vietato per le loro caratteristiche e per la tipicità della fauna che ci vive, particolarmente a rischio se dovesse entrare in contatto con i cani, perché potrebbero trasmettere e diffondere malattie e parassiti molto pericolosi.

Tra queste ci sono il Parco della Mandria a Venaria Reale, dove vivono liberi cervi, scoiattoli e conigli, che sarebbero disturbati dalla presenza dei cani, il Parco Nazionale dell’Asinara e il Parco Regionale della Maremma, dove vivono specie molto rare e a rischio d’estinzione.

In linea generale, nelle aree identificate come riserve integrali (zona A) i cani non si possono portare in nessun caso, neanche al guinzaglio, mentre nelle zone B, C e D, la loro presenza è ammessa, ma potrebbero esserci delle limitazioni e delle regole da seguire, che possono cambiare nel corso del tempo e anche solo su alcuni itinerari.

Un consiglio sempre valido è di consultare i siti ufficiali dei parchi e delle aree protette ogni volta che si decide di fare trekking ed escursioni con il cane, oltre ad attenersi rigorosamente a quanto indicato sui cartelli e i pannelli informativi sul posto.

escursioni con il cane

Escursioni con il cane: le regole generali da seguire

Così come quando si porta il cane a fare la passeggiata quotidiana nel parco vicino a casa, anche nelle aree naturali protette e nei parchi è necessario tenere il cane al guinzaglio ed essere muniti di museruola, oltre ad avere sempre con sé la paletta e il sacchettino per raccogliere le deiezioni, perché potrebbero essere fonte di malattie e infezioni per la fauna selvatica e, soprattutto, inquinare un ambiente dall’equilibrio molto delicato. Oltre a ciò, il cane deve essere stato adeguatamente educato a rispondere al richiamo e ai comandi più comuni.

Queste normali regole di convivenza sono sempre valide, ma nelle aree naturali protette e nei parchi possono esserci regolamenti più restrittivi da rispettare, come ad esempio:

  • Gli Enti Parco possono chiedere che al cane sia stato applicato il microchip identificativo, per poterlo riconoscere in caso si perda, e di seguire esclusivamente i sentieri segnalati, evitando di danneggiare l’ambiente e di avvicinarsi e dare cibo agli animali selvatici, perché potrebbe essere pericoloso per la loro salute, ma anche per la tua e la loro sicurezza.
  • Nei parchi in cui ci sono greggi e mandrie al pascolo, è sempre meglio tenersi a debita distanza, soprattutto dai cani da pastore, e nelle zone boschive è necessario fare molta attenzione ai cinghiali, perché possono diventare pericolosi e attaccare, se si sentono minacciati o se sono disturbati dai cani senza guinzaglio.
  • In nessun caso il cane va legato agli alberi o lasciato da solo e va sempre protetto dalle intemperie e dalle zecche con i trattamenti consigliati dal veterinario di fiducia, controllando costantemente il suo stato di salute sia prima sia dopo l’escursione.
  • Vanno sempre scelti itinerari, sentieri e percorsi adatti alle capacità fisiche del cane, portando con sé tutto il necessario per il suo benessere, come una buona scorta di acqua e cibo, una copertina, un paio di ciotole pieghevoli, un kit di primo soccorso, una pettorina o un’imbracatura.
  • Ricordarsi che la mancata osservanza dei regolamenti o delle richieste del personale del parco potrebbe portare anche a sanzioni, perché il proprietario o chi conduce il cane è sempre l’unico responsabile del suo comportamento.

Nonostante possa sembrare una limitazione alla libertà del cane, il guinzaglio deve essere visto come una forma di tutela, sia per il cane, sia per le altre persone che frequentano i tuoi stessi luoghi, che per esperienze pregresse potrebbero aver sviluppato un forte timore o una vera e propria fobia.

escursioni con il cane in estate

Dove si possono fare escursioni con il cane: 4 Parchi Nazionali da non perdere

Su tutto il territorio italiano si possono trovare tantissime aree naturali, dove fare escursioni in compagnia del proprio cane, ma sicuramente ce ne sono alcune che più di altre vale la pena visitare almeno una volta nella vita per ammirare paesaggi di straordinaria bellezza.

Parco Nazionale del Gran Paradiso    

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso si stende a cavallo delle Alpi, sul confine tra il Piemonte e la Valle d’Aosta. È l’area protetta più antica d’Italia, ma anche quella con un regolamento più restrittivo per quanto riguarda le escursioni con i cani.

L’accesso ai cani al guinzaglio è consentito solo nelle aree di fondovalle e lungo 25 itinerari escursionistici, ma esclusivamente dal 15 luglio al 15 settembre. Il motivo di queste restrizioni è legato alla delicatezza dell’ambiente montano, che potrebbe essere compromesso dalla presenza dei cani, sia perché potrebbero disturbare, inseguire o mettere in pericolo la fauna locale, sia perché potrebbero diffondere pericolosi virus e malattie o anche delle zoonosi, che potrebbero infettare sia gli animali sia l’uomo con gravi conseguenze sulla salute.

Parco Nazionale dei Monti Sibillini     

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è un’area protetta che copre un ampio territorio tra le Marche e l’Umbria. Istituito nel 1993, a partire dal 2007 si è dotato di un regolamento molto restrittivo, in particolare in una zona A, dove è assolutamente vietato introdurre i cani.

Un posto davvero incantevole e magico, ricchissimo di itinerari e luoghi dove fare meravigliose escursioni con il cane a contatto con la natura e in completo relax.

Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Questo bellissimo Parco Nazionale è il secondo più antico d’Italia, dopo quello del Gran Paradiso. È stato istituito con l’obiettivo di proteggere, tutelare e salvaguardare il lupo, l’orso marsicano e il camoscio appenninico, specie autoctone molto importanti per la biodiversità di questo territorio.

Nonostante sia stata creata una zona di tutela integrale, nelle restanti aree del Parco è possibile circolare con il cane al guinzaglio, lungo una rete di percorsi escursionistici veramente molto belli e interessanti dal punto di vista storico e naturalistico.

Parco Nazionale della Maiella

Il Parco Nazionale della Maiella è un’area protetta molto vasta, che si affaccia direttamente sul mare. Al di fuori della zona A, sono stati creati una serie di percorsi, itinerari e veri e propri “Sentieri a 6 zampe”, dove è possibile scoprire la natura di luoghi incantevoli, ma anche ammirare piccoli borghi, santuari, grotte e paesaggi davvero unici e indimenticabili.

Sei pronto per la tua prossima escursione con il cane? Nello zaino, oltre a tutto l’occorrente per te e il tuo amico a quattrozampe, metti anche tanto entusiasmo e curiosità! Sarà sicuramente una giornata che ricorderai a lungo e che ti regalerà grandissime emozioni!

Molti dei nostri CANI DA ADOTTARE non hanno mai visto altri orizzonti, se non quelli di un box, e sarebbero molto felici di accompagnarti in un trekking all’aria aperta. Visita il nostro motore di ricerca e scopri quanti nuovi amici ti stanno aspettando!

Loredana Verga
Author: Loredana Verga

Le informazioni presenti su www.quattrozampeinfamiglia.it sono fornite allo scopo di integrare, non sostituire, le indicazioni del veterinario e del professionista di riferimento.

Condividi

Categorie

Altri articoli

La tua Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4), Facebook Remarketing con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.